Trattamento dell'osteocondrosi cervicale

L'osteocondrosi cervicale è un cambiamento patologico nei dischi intervertebrali e nelle vertebre del rachide cervicale che si verifica sullo sfondo di disturbi metabolici. Questa forma della malattia ha alcune caratteristiche associate alla ristrettezza della regione del collo e alla sua saturazione con terminazioni nervose e importanti vasi sanguigni responsabili dell'afflusso di sangue al cervello.

Lo sviluppo dell'osteocondrosi porta a dolore, deterioramento della nutrizione cerebrale, vertigini, diminuzione della vista e dell'udito. La progressione della malattia è irta di gravi complicazioni. Pertanto, è meglio iniziare presto il trattamento per l'osteocondrosi cervicale.

Sfortunatamente, è impossibile sbarazzarsi completamente della malattia, ma una serie di metodi abbastanza efficaci ti permetteranno di dimenticare il dolore, la mobilità ridotta e altri sintomi della malattia per molto tempo o per sempre.

Farmaci

Un posto importante nel complesso trattamento dell'osteocondrosi cervicale è l'uso di farmaci. Vengono utilizzati i seguenti gruppi di fondi:

Farmaci antinfiammatori non steroidei

I FANS sono prescritti per alleviare il dolore e ridurre l'infiammazione. Si possono usare compresse, unguenti, gel, iniezioni. Poiché l'uso prolungato di droghe provoca alterazioni indesiderate nel rivestimento dello stomaco, gli anticonvulsivanti vengono spesso assunti contemporaneamente ai FANS.

ormoni

Gli ormoni vengono utilizzati principalmente per alleviare la sindrome radicolare, che si verifica quando le fibre nervose sono compresse e gonfie. I farmaci più comunemente prescritti vengono assunti per via orale e iniettati direttamente in gola.

Anestetici

Nell'osteocondrosi cervicale, l'uso di anestetici è una delle aree di trattamento più importanti. Questi farmaci vengono utilizzati per eseguire un blocco neuromuscolare paravertebrale per consentire all'anestetico di agire direttamente sulle fibre nervose, che può fornire un sollievo temporaneo dal dolore intenso. Esistono diversi modi per somministrare anestetici:

  • intradermico;
  • sottocutaneo;
  • muscoloso;
  • perineurale;
  • radicolare

Uno dei metodi utilizzati per ridurre il gonfiore del tessuto nervoso nell'osteocondrosi cervicale è quello di utilizzare contemporaneamente un anestetico e un glucocorticosteroide. Questo metodo di trattamento consente di ottenere un effetto analgesico rapido e duraturo. Il corso comprende circa 5-7 procedure eseguite a giorni alterni. In questo modo possono essere trattati i tipi di osteocondrosi cervicale e cervico-toracica, toracica e lombare. Oltre alle iniezioni direttamente nelle aree colpite, viene praticata anche l'introduzione di farmaci a piccole dosi nei punti attivi. La tecnica si chiama "farmacopuntura".

Irritanti topici

È possibile trattare efficacemente l'osteocondrosi cervicale con l'aiuto di unguenti, sfregamenti e linimenti irritanti. I farmaci attivano la circolazione sanguigna, stimolano i processi metabolici e hanno un effetto irritante e distraente.

Condroprotettore

Una parte importante della terapia dell'osteocondrosi è l'uso di un gruppo di principi attivi che rallentano il processo di distruzione della cartilagine, poiché la causa principale del dolore è il danno alle terminazioni nervose a causa di alcune deformità del rachide cervicale. I condroprotettori non possono curare completamente la malattia, ma con un uso corretto è possibile un arresto completo del processo distruttivo.

Significa migliorare la circolazione sanguigna

Il miglioramento della microcircolazione nella zona del sangue nella zona del collo si ottiene attraverso l'uso di Trental, Actovegin, acido nicotinico e Curantil. Durante il trattamento dell'osteocondrosi, vengono prescritte compresse o iniezioni. I farmaci aumentano le proprietà di flusso del sangue e hanno un effetto stimolante sulla circolazione periferica attivando il deflusso venoso. Questo regola i processi metabolici nella zona interessata, che aiuta ad alleviare l'infiammazione e l'edema.

Vitamine

Vitamine nel trattamento dell'osteocondrosi cervicale

Le vitamine sono utilizzate durante il trattamento e durante la remissione. Lo scopo della loro applicazione nella forma cervicale dell'osteocondrosi è migliorare la conduzione nervosa, ridurre i disturbi vestibolari e visivi che derivano dalla deformazione delle vertebre e della cartilagine e dalla conseguente malnutrizione del cervello. È obbligatorio utilizzare le vitamine del gruppo B (soprattutto B6, B12), così come le vitamine C e A, che rafforzano le pareti dei vasi e hanno un effetto antiossidante.

Fisioterapia

L'uso di procedure fisioterapiche per localizzare i cambiamenti patologici nel rachide cervicale è uno dei metodi più efficaci per il trattamento dell'osteocondrosi.

Radiazione ultravioletta

I raggi UV promuovono la sintesi della vitamina D, che supporta l'assorbimento di uno dei più importanti oligoelementi: il calcio. Per la procedura vengono utilizzati dispositivi di radiazione che hanno effetti antinfiammatori, analgesici e battericidi. Per il trattamento dell'osteocondrosi del rachide cervicale, il metodo UFO viene utilizzato per trattare il collo, la zona interscapolare superiore, la superficie esterna della spalla e la parte succlavia.

La procedura ha alcune controindicazioni:

  • neoplasie maligne;
  • patologia del sangue;
  • Assunzione di farmaci i cui effetti sono potenziati dai raggi UV.

Vibrazione

Puoi anche sbarazzarti dell'osteocondrosi cervicale con l'aiuto della vibrazione. Come funziona? L'essenza del metodo sta nell'effetto delle vibrazioni meccaniche sulla zona interessata, che allevia in modo significativo la sindrome del dolore. Spesso vengono utilizzati massaggiatori a cintura. Vengono utilizzati tre tipi di massaggio vibratorio:

  • in generale;
  • zonale;
  • punteggiato.

Controindicazioni:

  • malattia da vibrazioni;
  • Presenza di dermatiti o lesioni sulla pelle;
  • malattie oncologiche;
  • disturbi mentali.

Terapia laser

La terapia laser è molto efficace per l'osteocondrosi cervicale. Il metodo si basa sull'effetto curativo dei laser elio-neon, che stimolano i processi bioelettrici nelle fibre nervose. L'efficacia del trattamento è ottenuta grazie alle proprietà cicatrizzanti, analgesiche e antinfiammatorie della radiazione laser.

Durante la procedura vengono trattate le radici infiammate del midollo spinale e le zone paravertebrali (paravertebrali) del rachide cervicale interessato. Ogni colonna vertebrale viene lavorata entro un massimo di 2 minuti. La durata totale della riunione è di un quarto d'ora.

Elettroterapia

Trattamento dell'osteocondrosi cervicale con elettroterapia

Il trattamento con questa terapia avviene con corrente elettrica. Sotto la sua influenza, il calore viene generato nei tessuti, che attiva il flusso di sangue nel rachide cervicale, che fa scomparire le sensazioni dolorose e il processo di ripristino dei tessuti danneggiati accelera.

L'elettroterapia non è raccomandata per i pazienti con pacemaker o per i pazienti con dispositivi metallici nel corpo.

Metodo delle onde d'urto

L'essenza della terapia è l'effetto di un'onda sonora sull'area problematica, a causa della quale:

  • il dolore scompare;
  • I processi metabolici vengono accelerati;
  • La microcircolazione
  • migliora.

Terapia con interferenze

Cosa fare se l'osteocondrosi cervicale è accompagnata da dolore acuto? Il metodo testato consiste nel colpire la zona dolorante con una corrente elettrica con un cambio ritmico di frequenza. La forza della corrente deve aumentare fino a quando non si verificano oscillazioni vibrazionali nel tessuto. Dopo solo una procedura di 15 minuti, l'intensità del dolore è significativamente ridotta

DDT (terapia diadinamica)

In questo metodo di trattamento, l'area interessata è esposta a una doppia onda o una corrente continua, la cui intensità aumenta gradualmente fino a percepire una leggera vibrazione nell'area trattata. Anche il dolore intenso fa male dopo diverse procedure, mentre la tensione muscolare e l'irritazione delle radici nervose vengono eliminate. Dopo un corso completo, il tono dei muscoli del collo si normalizza, aumenta la mobilità della parte interessata della colonna vertebrale.

Neurostimolazione elettrica percutanea

Questo metodo fisioterapico è chiamato in breve TENS. Durante la procedura vengono utilizzati elettrodi a piastra dotati di guarnizioni idrofile. Vengono applicati su tutta la regione del collo e sulla superficie di proiezione delle radici nervose che emergono dalla regione del collo. Per ottenere un effetto curativo, la corrente viene aumentata fino a quando non si verificano vibrazioni. Questo metodo è adatto per il trattamento nella fase acuta dell'osteocondrosi.

Terapia di rilevamento

detenzor - terapia per l'osteocondrosi cervicale

Questo è il nome di una trazione morbida a lungo termine della colonna vertebrale in posizione orizzontale. Grazie all'applicazione del metodo, i muscoli si rilassano, il loro spasmo viene alleviato, il tono si normalizza, la capacità lavorativa della colonna vertebrale nel rachide cervicale viene ripristinata. Scaricando la colonna vertebrale ed eliminando la compressione verticale dei dischi intervertebrali, viene ripristinato il normale apporto di nutrienti all'area interessata dall'osteocondrosi. Il trattamento con la Terapia Detensor aiuta ad eliminare mal di testa, dolore al collo e vertigini. Il metodo può essere prescritto anche agli anziani e ai problemi cardiaci.

Terapia manuale

È possibile trattare efficacemente l'osteocondrosi cervicale con l'aiuto di un terapista qualificato che abbia familiarità con le tecniche di terapia manuale. La procedura prevede un'azione dosata localmente sugli elementi della colonna vertebrale per ripristinare la mobilità del segmento danneggiato o il suo adattamento a nuove condizioni.

Come si eseguono correttamente le procedure? I movimenti devono essere morbidi e adattabili e contenere elementi di leggero massaggio dell'area problematica. Allo stesso tempo, vengono eseguite manipolazioni di trazione, mentre la testa svolge il ruolo di leva.

Innanzitutto, viene eseguita una diagnosi per determinare il grado di restrizione della mobilità della parte interessata. Lo scopo di ulteriori azioni manuali è rimuovere il blocco (restrizione). Un tale impatto non può né eliminare gli osteofiti né ripristinare il tessuto cartilagineo. L'obiettivo è aumentare la mobilità del rachide cervicale e alleviare il dolore.

Le controindicazioni per la procedura sono:

  • patologie infiammatorie della colonna vertebrale;
  • neoplasie maligne;
  • recenti lesioni spinali;
  • aumento della fragilità ossea;
  • ernia del disco.

Negli ultimi due casi è possibile il trattamento manuale, ma deve essere fatto con estrema cautela.

Fisioterapia e ginnastica

Nelle fasi iniziali dell'osteocondrosi, può essere prescritto il solito complesso ginnico. Man mano che la malattia progredisce, viene selezionato un sistema di allenamento individuale. Gli esercizi vengono eseguiti senza intoppi e con un carico crescente. Nessun crunch o dolore dovrebbe essere consentito. Il trattamento con la terapia fisica è molto efficace in combinazione con la fisioterapia. L'esecuzione corretta degli esercizi aiuterà ad eliminare la sindrome del dolore e ad aumentare la mobilità del rachide cervicale.

Quando è pianificata un'operazione?

Se l'uso di metodi conservativi non funziona, si raccomanda ai pazienti di sottoporsi a un intervento chirurgico. Si consiglia di farlo:

  • per il dolore molto intenso che non scompare dopo l'assunzione di farmaci;
  • con crescente debolezza dei muscoli delle braccia;
  • con segni evidenti di compressione del midollo spinale.

L'intervento più comune è la rimozione di osteofiti ed ernie discali con ulteriore fusione cervicale anteriore. Nel periodo postoperatorio, i pazienti devono indossare un poggiatesta per circa 3 mesi.

Metodi popolari

Come puoi curare rapidamente l'osteocondrosi? I sostenitori della medicina tradizionale sostengono che ciò può essere fatto con mezzi convenzionali. I principali componenti medici per il trattamento di questa malattia sono:

metodi tradizionali di trattamento dell'osteocondrosi cervicale
  • Materie prime di origine vegetale: erbe, fiori, radici - utilizzate internamente o sotto forma di cataplasmi, bagni, impacchi, ecc . ;
  • Prodotti o preparazioni di origine animale: grasso, veleno di api o di serpente, bile, uova - sono utilizzati nella fabbricazione di sfregamenti, unguenti, impacchi per riscaldare e alleviare il dolore;
  • Prodotti chimici che hanno un effetto riscaldante, irritante e analgesico: alcool, trementina, iodio.

Quasi tutti i metodi di trattamento dell'osteocondrosi cervicale con rimedi popolari si basano sul principio del riscaldamento dell'area interessata. Possono essere utilizzati solo come supplemento alla terapia convenzionale.

Alcune raccomandazioni generalmente devono essere trattate con cautela, poiché possono sorgere complicazioni anziché benefici. Ad esempio, il consueto trattamento con foglie di rafano, precedentemente immerse in acqua bollente, porta spesso a ustioni. Inoltre, molti ingredienti vegetali e animali sono forti allergeni: non dovrebbero essere utilizzati in caso di tendenza alle allergie.

Esistono anche raccomandazioni ragionevoli (ad esempio, l'uso di tinture a base di rametti di salice, che hanno un effetto analgesico), ma non sono abbastanza efficaci.

Il metodo della cosiddetta "escrezione del sale" con l'aiuto di varie tinture e preparati a base di erbe era molto popolare in passato. Il risultato era spesso un evidente deterioramento delle condizioni del paziente, che gli stessi guaritori tradizionali spiegavano con il ritiro dei sali in eccesso dal corpo. Con l'osteocondrosi (anche nel rachide cervicale), non solo il metabolismo del sale è disturbato, ma anche tutti i processi metabolici nell'area interessata. Anche con un'escrezione salina efficace, non ci può essere alcun miglioramento nelle condizioni del paziente. Inoltre, la causa principale della malattia è la disidratazione dei dischi intervertebrali e, con la loro ulteriore progressione, inizia la formazione di osteofiti. In entrambi i casi, gli infusi di erbe non possono fare nulla.

Misure preventive

Per prevenire alterazioni degenerative-distrofiche nel rachide cervicale e lo sviluppo dell'osteocondrosi, è necessario seguire diverse regole:

  • Non sottoporre la colonna vertebrale a carichi pesanti.
  • non restare a lungo in uno stato immobile e scomodo;
  • lavorando da seduti, alzandosi regolarmente, eseguendo semplici esercizi: curve del collo, movimenti circolari, un piccolo massaggio;
  • Evita movimenti improvvisi.
  • non raffreddare eccessivamente;
  • per trattare altre malattie in modo tempestivo;
  • evitare infortuni;
  • Evita lo stress il più possibile.
  • controlla la tua postura;
  • praticare sport;
  • mangia bene;
  • sbarazzarsi del peso in eccesso;
  • Non fumare.