Perché il collo fa male e come sbarazzarsi del dolore

le cause più comuni di dolore al collo

Il dolore ai muscoli del collo può essere associato a varie anomalie. La causa sottostante può essere sia malattie del sistema muscolo-scheletrico che disturbi del lavoro degli organi interni.

Il sollievo dal dolore non risolve il problema: le patologie diagnosticate devono essere corrette secondo un adeguato corso di trattamento.

Possibili cause di dolore al collo

Ci sono molte ragioni note che spiegano l'insorgenza del dolore al collo. La causa può essere malattie del sistema muscolo-scheletrico, disturbi circolatori del collo, malattie vascolari.

Una delle cause più comuni della sindrome del dolore è la patologia della colonna vertebrale. La gola può anche essere ferita da patologie degli organi interni, processi infettivi e virali.

Osteocondrosi

Con l'osteocondrosi del rachide cervicale, il collo fa male a causa dell'assottigliamento e della deformazione dei dischi intervertebrali. Questi disturbi portano alla formazione di microfessure nelle vertebre, che provocano la crescita degli osteofiti e la comparsa di un'ernia inguinale. Le formazioni patologiche hanno un effetto traumatico sui tessuti circostanti e sulle terminazioni nervose, provocando un processo infiammatorio.

Nell'osteocondrosi del rachide cervicale, la sindrome del dolore è localizzata nel collo. Quando si gira il collo, il dolore è aggravato da un forte disagio e scricchiolii.

Il dolore peggiora quando si gira la testa o con movimenti improvvisi, si tossisce o si starnutisce. Man mano che l'osteocondrosi si sviluppa, il dolore continua a diffondersi e raggiungere le aree della spalla e dell'avambraccio.

Il dolore diventa particolarmente intenso al mattino. C'è anche rigidità nei movimenti, il paziente è letteralmente incapace di girare la testa da un lato.

Gradualmente il dolore diventa meno pronunciato e cambia da acuto a sordo.

Gli attacchi di dolore acuto nell'osteocondrosi del rachide cervicale vengono confrontati da pazienti con scosse elettriche: sono tali colpi e piercing.

I seguenti sintomi si osservano anche con la malattia specificata:

  • mani deboli;
  • mal di testa;
  • debole;
  • vertigini;
  • rumore e ronzio nelle orecchie;
  • sensazione di disorientamento;
  • insonnia;
  • instabilità emotiva.

Miosite del collo

La miosite cervicale è un'infiammazione dei muscoli del collo. Il sintomo principale di questa deviazione è un forte dolore, che può diminuire o aumentare. Il paziente non può girare la testa, inclinarla in avanti o indietro.

Molto spesso, il dolore della miosite si estende solo a un lato del collo, ma a volte può interessare entrambi allo stesso tempo. Il dolore è caratterizzato da radiazioni alla parte superiore del corpo.

Anche con il processo infiammatorio dei muscoli del collo, il collo diventa più pesante e le vertebre si gonfiano. Potrebbe esserci dolore nella zona della testa, che si irradia alla parte posteriore della testa o alle tempie. Si osserva anche difficoltà a masticare e deglutire il cibo.

Man mano che il processo patologico si sviluppa, la temperatura aumenta, si verificano tosse e attacchi di soffocamento.

Ernia del rachide cervicale

Questa patologia è il risultato della progressione dell'osteocondrosi. È molto pericoloso: ci sono un gran numero di terminazioni nervose nel midollo spinale nella zona cervicale. Ci sono anche centri che sono responsabili della fornitura di ossigeno ai polmoni. Pertanto, con le ernie, ci sono attacchi di mal di testa, vertigini e soffocamento.

Sintomi di malattie probabili con dolore al collo

Un'ampia sporgenza dell'ernia può portare al soffocamento.

Se un'ernia inguinale ha colpito i dischi intervertebrali nello spazio tra la prima e la quarta vertebra, il dolore è di breve durata e improvviso. Con la sconfitta dei dischi intervertebrali dopo la quarta vertebra, il dolore è localizzato nell'area della spalla dopo la sesta - dall'articolazione della spalla alle dita degli arti superiori.

Oltre al dolore al collo, il paziente ha:

  • Sensazione di debolezza nelle mani, intorpidimento;
  • ridotta mobilità della testa;
  • emicrania;
  • vertigini;
  • Compromissione dell'acuità visiva.

Man mano che la malattia progredisce, la coordinazione motoria viene ridotta e la persona diventa meno stabile.

Spondiloartrosi

Nella spondiloartrosi del rachide cervicale, si osserva un'infiammazione delle faccette articolari, che ne altera la struttura. Quando ciò accade, le articolazioni sono soggette a un aumento dello stress e del danno, che porta alla formazione di osteofiti, una crescita ossea che esercita pressione sui vasi e sulle radici nervose.

Nella spondiloartrosi del collo, in quest'area si verifica dolore a breve termine, che si irradia alle braccia, alla parte posteriore della testa e alle scapole. Anche la sensibilità nella zona del collo diminuisce e la sua mobilità è limitata dopo il sonno. Inoltre, i pazienti notano vertigini e mosche davanti ai loro occhi.

Il tipo di dolore dipende dallo stadio della spondiloartrosi:

  1. All'inizio manca praticamente: solo dopo uno sforzo prolungato nasce una sensazione di disagio.
  2. Nella seconda fase, il dolore acuto si verifica al mattino.
  3. Nel terzo caso, la persona sperimenta un dolore bruciante e incessante.
  4. Nella quarta fase, le articolazioni colpite hanno una mobilità ridotta e nel tempo diventano completamente immobilizzate a meno che non venga somministrato un trattamento adeguato.

Man mano che il processo patologico si sviluppa, compaiono ulteriori sintomi: tinnito, intorpidimento nella zona del collo e delle spalle, calo della pressione sanguigna, compromissione della coordinazione dei movimenti.

Malattia di Bechterew (spondilite anchilosante)

La spondilite anchilosante è un processo infiammatorio cronico della colonna vertebrale che si diffonde alle articolazioni e ai legamenti. In questa malattia, il processo infiammatorio colpisce prima la giunzione del sacro e dell'ileo, poi si diffonde lentamente alle parti superiori, esponendo l'intera colonna vertebrale a cambiamenti degenerativi.

A volte un processo patologico inizia a svilupparsi sul collo, vale a dire la radicolite della cervice. In questo caso, il paziente avverte una lombalgia acuta dal collo al braccio.

La spondilite anchilosante provoca rigidità della colonna vertebrale, ridotta mobilità del torace e perdita di flessibilità della colonna vertebrale. La colonna vertebrale è curva nella colonna vertebrale toracica e lombare. In questo caso si osserva una "posa supplicante".

La malattia progredisce lentamente in modo che passi inosservata per molto tempo.

Tubercolosi del rachide cervicale

La tubercolosi della colonna vertebrale può colpire qualsiasi sua parte, mentre la cervice è la meno suscettibile a questa malattia. Tuttavia, tale patologia si verifica ancora (nel 5% dei casi).

I sintomi in questo caso sono:

  • dolore intenso e costante ai muscoli del collo;
  • gonfiore dell'area interessata, la cui dimensione è in costante aumento;
  • mal di gola;
  • tosse;
  • Difficoltà a deglutire.

La sindrome del dolore con tubercolosi del rachide cervicale è molto forte. Il paziente cerca di non muovere la testa poiché questo gli causa grande angoscia. In questo caso, assolutamente tutti i muscoli, compresi gli strati profondi dei muscoli, fanno male.

Tumori del rachide cervicale

I tumori del rachide cervicale sono piuttosto rari, ma le metastasi dei tumori localizzati nei reni e nelle ghiandole mammarie spesso invadono quest'area.

Con i tumori al collo, il paziente avverte un forte dolore, che diventa più forte con il progredire del processo patologico.

Dolore al collo con formazione di tumore

Sintomi aggiuntivi come:

  • debolezza muscolare;
  • crampi muscolari;
  • sordità;
  • mal di testa;
  • vertigini;
  • difficoltà a deglutire;
  • insonnia;
  • sonnolenza che si trasforma in debolezza;
  • forte sudore freddo.

I tumori nella parte alta del collo colpiscono il cervello. Ciò porta alla comparsa dei sintomi neurologici nell'elenco.

Meningite

Con la meningite, i muscoli del collo sono spesso dolorosi. È un processo infiammatorio che colpisce il rivestimento del cervello o del midollo spinale. In questo caso, si verifica uno spasmo delle fibre muscolari della parte occipitale della testa.

Con la meningite, una persona avverte un dolore sordo al collo e non è in grado di sdraiarsi sulla schiena nella posizione abituale.

La meningite ha anche le seguenti caratteristiche distintive:

  • mal di testa persistente in cui il cranio si espande dall'interno;
  • crampi degli arti superiori e inferiori;
  • allucinazioni;
  • aggressività immotivata;
  • aumento della temperatura corporea;
  • nausea e vomito;
  • incapacità di percepire i colori chiari;
  • Disturbi della coscienza.

Malattia della tiroide

La disfunzione della ghiandola tiroidea influisce sul benessere generale del paziente e causa un complesso di sintomi caratteristici.

Questa parte del sistema endocrino si trova nella gola, quindi l'infiammazione o altri danni provocano dolore al collo. Un sintomo simile si verifica con ipertiroidismo, ipotiroidismo, tiroidite e sviluppo di un gozzo della ghiandola tiroidea. L'inizio del dolore è dovuto ad un aumento delle dimensioni della ghiandola, nonché a disturbi ormonali nel corpo.

Con queste malattie, il dolore è doloroso, regolare e localizzato nella zona anteriore del collo. Il dolore può essere trasmesso alla parte posteriore della testa, l'area delle orecchie. Possono verificarsi anche sensazioni di formicolio a intervalli regolari.

Ulteriori sintomi:

  • sensazione di caldo;
  • aumento della sudorazione;
  • palpitazioni;
  • sonnolenza.

Nevralgia

La nevralgia del rachide cervicale è il pizzicamento delle radici nervose, che è associato a una violazione della struttura del disco intervertebrale.

Dolore al collo con nevralgia

La nevralgia cervicale è accompagnata dai seguenti sintomi:

  • Dolore al collo che si manifesta inaspettatamente quando si gira la testa e si tocca l'area vicino al nervo occipitale. Nella fase iniziale dello sviluppo della patologia, il dolore è localizzato nella parte inferiore del collo, nella parte posteriore della testa, e quindi si diffonde nell'area intorno agli occhi. Il tipo di dolore è sensazioni dolorose acute che assomigliano a una scossa elettrica.
  • Maggiore sensibilità alla luce.
  • dolore al cuoio capelluto.
  • Mal di testa unilaterale che fa male costantemente.
  • aumenta la pressione sanguigna.
  • febbre, brividi.
  • stretta di mano.

Il dolore al collo può essere causato da un elevato stress emotivo e da un aumento dello sforzo fisico.

Quale medico devo contattare?

Il verificarsi di un dolore al collo regolare che è pronunciato e si irradia a determinate aree del corpo è un motivo per consultare un medico.

Prima di tutto, dovresti vedere un terapista che, dopo aver analizzato i sintomi principali, determinerà quale aiuto da uno specialista è necessario in un caso particolare.

I seguenti specialisti specializzati sono coinvolti nella determinazione della causa del dolore al collo e nel trattamento delle patologie che si verificano:

  • neurologo.Questo specialista si occupa di malattie che hanno provocato un nervo cervicale schiacciato o una lesione del midollo spinale. Un neurologo esamina i casi in cui il dolore al collo è accompagnato da emicranie, vertigini e crampi.
  • Traumatologo.Il medico si occupa di casi in cui il dolore è stato causato da un infortunio.
  • vertebrato.Lo specialista corregge le condizioni del paziente in caso di malfunzionamento del sistema muscolo-scheletrico - ernia intervertebrale, spondilite.
  • ortopedico.Dovresti consultare questo medico in caso di malattie come assottigliamento della cartilagine, scoliosi e osteoporosi.
  • osteopata.Questo specialista si occupa del trattamento di pazienti affetti da alterazioni degenerative delle articolazioni e delle vertebre. Un osteopata tratta l'osteocondrosi e corregge la postura del paziente.
  • Reumatologo.Il medico si occupa di casi di danni ai muscoli e al tessuto osseo: reumatismi, artrite.

Oltre agli specialisti elencati, potrebbe essere necessario l'aiuto di un chiropratico, fisioterapista e massaggiatore.

Metodi diagnostici

Le seguenti misure diagnostiche sono prescritte per il dolore ai muscoli del collo:

  • raccoglie anamnesi;
  • ispezione visiva;
  • controllando la sensibilità dell'area interessata, nonché la sua mobilità;
  • esami del sangue e delle urine;
  • Esame a raggi X del rachide cervicale;
  • MRI;
  • CT;
  • elettromiografia.

Sulla base dei risultati diagnostici, lo specialista determina la causa del dolore al collo e prescrive un trattamento appropriato.

Cosa fare se ti fa male il collo?

Una certa malattia viene curata secondo un determinato schema. Tutto dipende dalla causa principale che ha causato la sindrome del dolore, ma puoi evidenziare gli approcci principali per sbarazzarsi di sensazioni spiacevoli.

terapia farmacologica

Il dolore al collo è spesso molto intenso. Per sopprimere la sua gravità, al paziente vengono prescritti farmaci. In questo caso, sono adatti i seguenti farmaci:

  • farmaci antinfiammatori sotto forma di compresse;
  • miorilassanti - analgesici che alleviano i crampi;
  • analgesici per esacerbare le malattie.

Per le malattie che causano dolore al collo e sono causate da processi degenerativi della cartilagine e del tessuto osseo, devono essere assunti condroprotettori, farmaci che hanno un effetto positivo sui processi di guarigione e hanno anche un effetto analgesico.

Anche ai pazienti con dolore al collo vengono mostrati farmaci che normalizzano i processi metabolici nei tessuti colpiti.

Fisioterapia

Trattamento del dolore al collo mediante procedure di fisioterapia

Se i muscoli del collo fanno male a causa di processi degenerativi nella colonna vertebrale, vengono prescritte le seguenti procedure fisioterapiche:

  • terapia diadinamica- effetti sulla zona interessata con doppie onde di corrente;
  • Balneoterapia- attività relative alle procedure idriche;
  • Elettroterapia- l'effetto della corrente elettrica sulle aree colpite;
  • Magnetoterapia- l'effetto dei campi magnetici sulle aree malate del rachide cervicale;
  • Laserterapia- esposizione laser.

le procedure di fisioterapia non vengono eseguite nel caso di una condizione generalmente grave del paziente durante l'esacerbazione di osteocondrosi, disturbi mentali e violazioni dell'integrità della pelle nel sito dell'impatto previsto.

I metodi di trattamento ausiliari elencati non solo aiutano a ridurre l'intensità del dolore, ma rafforzano anche il sistema immunitario, ripristinano la piena circolazione sanguigna nelle aree colpite e riducono la gravità dei disturbi muscoloscheletrici.

Massaggio

Se la sindrome del dolore è localizzata nel collo, anche i metodi di massaggio possono essere inclusi nella terapia complessa. Sono eseguiti da uno specialista, poiché un approccio sbagliato può causare ulteriori danni alle strutture ossee e muscolari.

Il massaggio cervicale, che rilassa i muscoli, viene eseguito stando seduti o sdraiati. L'impatto viene applicato ai muscoli trapezoidali che supportano il rachide cervicale.

Per prima cosa, lo specialista esegue leggeri movimenti dall'alto verso il basso. Dopo il riscaldamento, strofinare l'area dei processi mastoideo. Quindi, strofina il collo, effetto vibrazione.

Un massaggio dura da 3 a 10 minuti.

intervento chirurgico

Se hai problemi al collo, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico a causa del dolore al collo:

  • ernia del disco;
  • compressione delle radici della colonna vertebrale o radicolopatia;
  • compressione del midollo spinale o mielopatia.

La chirurgia della colonna vertebrale cervicale mira a rimuovere le aree delle vertebre che hanno un effetto traumatico sul midollo spinale.

Attualmente, le classiche operazioni che richiedono una lunga fase di riabilitazione vengono sostituite da tecniche meno invasive:

  • Endoscopia, in cui la procedura viene eseguita attraverso una puntura;
  • operazioni microchirurgiche che rimuovono le ernie senza danneggiare il tessuto circostante del midollo spinale.

Rimedi popolari

Se hai dolore al collo, puoi provare ad alleviarlo da solo con l'aiuto di rimedi popolari. I più efficaci sono:

  • Compresse di rafano.La foglia di rafano deve essere sciacquata con acqua bollente, lasciata raffreddare a una temperatura confortevole e applicata sul collo. Avvolgi una sciarpa sopra. Metti un impacco prima di andare a letto e lascialo riposare per tutta la notte. Se c'è una forte sensazione di bruciore, è necessario rimuovere l'impacco e sciacquare la pelle con acqua tiepida.
  • Impacco di olio di baia.10 gocce di olio devono essere diluite in 1 litro di acqua calda. Immergi il tessuto nel liquido e applicalo sul collo per 20-30 minuti.
  • Lubrificare l'area interessata con il miele.Dopo l'applicazione, è necessario premere con decisione l'area trattata con i palmi delle mani e quindi strapparla bruscamente. Ripeti fino a quando il miele è completamente assorbito.

Consigli generali

Per le malattie che causano forti dolori alla colonna cervicale, dovresti prendere in considerazione i seguenti consigli:

  • La postura corretta deve essere mantenuta quando si è seduti e si cammina.
  • Se provi dolore alla colonna cervicale durante lo sforzo fisico, dovresti smettere di farlo e dare una pausa ai muscoli. In futuro, considera la possibilità di rivedere il livello di stress posto sulla zona del collo.
  • Devi dedicare tempo all'attività fisica regolarmente, almeno non troppo intensamente. Il nuoto e lo yoga sono benefici per la salute della colonna vertebrale.
  • Si consiglia di preferire uno zaino a una borsa: carica allo stesso modo le parti sinistra e destra del corpo.
  • È utile fare una doccia di contrasto. Il cambiamento di temperatura ha un effetto positivo sulla circolazione sanguigna e impedisce il ristagno di sangue e linfa.

Le stesse raccomandazioni possono essere utilizzate come misura preventiva.

I muscoli del collo possono ferire a causa di varie patologie della colonna vertebrale, un po 'meno spesso la sindrome del dolore è causata da patologie degli organi interni. Il regime di trattamento dipende dalla causa diagnosticata dal medico dopo un esame approfondito.