Osteocondrosi lombare: cause, sintomi e trattamento

Manifestazione dell'osteocondrosi lombare

L'osteocondrosi lombare è una lesione cronica della colonna lombare che si sviluppa nei dischi intervertebrali a seguito di influenze fisiche a lungo termine e disturbi metabolici. È stato dimostrato che l'osteocondrosi lombare è la causa del mal di schiena nel 75% dei casi.

La sconfitta della colonna lombare si verifica nel 60% della popolazione mondiale: questa è la manifestazione più comune dell'osteocondrosi. I primi segni della malattia compaiono intorno ai 20-30 anni.

Il pericolo della malattia è che nelle fasi successive della malattia (quando si verificano protrusioni (protrusioni) ed ernia del disco) ci sono complicazioni che richiedono un intervento chirurgico, in particolare fascite plantare e sperone calcaneale.

L'osteocondrosi lombare spesso rende difficile la gravidanza.

Cause dell'osteocondrosi lombare

La causa principale della malattia è lo stress sistematico sulla colonna lombare e i disturbi metabolici dello strato fibroso dei dischi intervertebrali. Sollevare pesi, essere in sovrappeso e un lavoro fisico costante aumenta la pressione sulla colonna vertebrale.

Altre cause di osteocondrosi lombare: stile di vita sedentario e sedentario, uso costante di tacchi alti, dieta malsana, mancanza di liquidi a sufficienza, fumo, abuso di alcol.

Con l'indebolimento della struttura muscolare protettiva e la mancanza di trattamento, l'afflusso di sangue al tessuto si deteriora e iniziano i processi degenerativi nei dischi intervertebrali. Di conseguenza, i dischi intervertebrali non ricevono un adeguato apporto di sangue: perdono la loro elasticità, si "seccano", si infiammano, si appiattiscono e si gonfiano.

Quando sporge (protrusione), la radice del nervo spinale viene pizzicata, il che si manifesta nel dolore a riposo e durante il movimento. Una cattiva postura e lesioni portano a un carico irregolare aggiuntivo sulla colonna vertebrale, che accelera lo sviluppo dell'osteocondrosi lombare.

Fasi dell'osteocondrosi lombare

La particolarità della malattia è lo sviluppo graduale dei processi degenerativi.

I neurologi distinguono tra 4 fasi dell'osteocondrosi lombare:

  • 1 ° livello& mbsp; infiammazione parziale e appiattimento dei dischi intervertebrali. Si manifesta come una sensazione di bruciore nella parte bassa della schiena e dolore sordo e non grave nella parte bassa della schiena. Sensazioni spiacevoli sorgono dopo uno sforzo fisico, sollevamento pesi.
  • 2 ° stadio- la distanza tra le vertebre è ridotta, la radiografia mostra cambiamenti nel tessuto circostante dell'annulus fibrosus, si verifica un disco sporgente. Il paziente avverte un dolore acuto nella parte bassa della schiena che si irradia ai glutei e alle gambe.
  • 3 ° stadio- la comparsa di ernie intervertebrali dovute alla distruzione dell'anello fibroso delle vertebre. Nella terza fase, la cartilagine, i dischi intervertebrali e le vertebre vengono gravemente distrutti. Il dolore diventa permanente, può essere avvertito anche a riposo.
  • 4 ° stadio- atrofia della cartilagine e dei dischi intervertebrali, accompagnata da crescita patologica del tessuto osseo delle vertebre e formazione di osteofiti. Il dolore si verifica con ogni movimento e ogni posizione scomoda del corpo. Il dolore non va via da solo. Questo disturbo richiede un trattamento intensivo e provoca una grave disabilità umana.

Sintomi dell'osteocondrosi lombare

Sintomi dell'osteocondrosi lombare

Il 70% delle volte i medici diagnosticano la malattia nella seconda fase. Durante questo periodo il paziente ha frequenti periodi di esacerbazione con sintomi vivi:

  • Mal di schiena che peggiora con lo sforzo. Man mano che si sviluppano processi degenerativi, il dolore diventa forte e costante;
  • Restrizione del movimento. Il movimento è accompagnato da un aumento del dolore che si irradia ai glutei e alle gambe.
  • cambiamento nella sensibilità degli arti inferiori (formicolio, bruciore, intorpidimento);
  • tensione dei muscoli della schiena;
  • Intorpidimento e tremori ai piedi.

Diagnosi di osteocondrosi della colonna lombare

Nell'85% dei casi, i medici formulano la diagnosi utilizzando raggi X, tomografia computerizzata e risonanza magnetica per immagini (MRI).

Il metodo più mirato è la risonanza magnetica. Con il suo aiuto, i medici determinano la posizione e il grado di danno alla colonna lombare.

Il compito principale di uno specialista è distinguere l'osteocondrosi dalla spondilite anchilosante.

Complicazioni dell'osteocondrosi lombare

Radicolite lombare o sindrome radicolare: un processo patologico in un nervo spinale strangolato (radice) è la complicanza più comune dell'osteocondrosi lombare. Si verifica nel 55% dei casi. È associato a dolore e ridotta sensibilità nella parte bassa della schiena e / o lungo la radice trattenuta.

Nelle fasi successive della malattia, il disco intervertebrale appiattito sporge oltre il bordo della vertebra - appare una protrusione. Quando l'anello fibroso viene distrutto, si forma un'ernia intervertebrale. L'ernia intervertebrale è una delle ragioni per vedere un neurochirurgo.

Nel 40% dei pazienti, il nervo sciatico si infiamma. Ciò provoca dolore, intorpidimento delle estremità. Di conseguenza, il paziente sposta il peso corporeo sulla gamba sana; La colonna vertebrale diventa ancora più curva, il che peggiora la malattia.

Metodi di trattamento per l'osteocondrosi lombare

Il 10% dei pazienti sviluppa un restringimento del canale spinale o mielopatia da compressione - compressione del midollo spinale. Richiede un trattamento chirurgico.

La complicanza più rara ma più pericolosa è la sindrome della cauda equina - la perdita di diverse radici nervose vicine.

Ogni terzo paziente con questa complicanza presenta paresi o paralisi delle gambe. Richiede anche un trattamento chirurgico.

Trattamento dell'osteocondrosi lombare

L'osteocondrosi lombare non può essere curata. Possono eliminare il dolore e rallentare i processi degenerativi delle vertebre e dei dischi intervertebrali. Le fasi 1 e 2 della malattia rappresentano l'80% del successo del trattamento.

Se non ci sono complicazioni, i neurologi trattano l'osteocondrosi della colonna lombare con farmaci, esercizi di fisioterapia, massaggi e terapia fisica.

I medicinali sono prescritti per esacerbare l'osteocondrosi, alleviare l'infiammazione e il dolore e stimolare il metabolismo delle vertebre, della cartilagine e dei dischi intervertebrali.

Nel dolore acuto, l'effetto terapeutico si ottiene mediante iniezione intramuscolare di farmaci. Un blocco paravertebrale è prescritto per l'anestesia locale. Per 3-6 mesi, ai pazienti vengono prescritti condroprotettori.

L'obiettivo degli esercizi di fisioterapia è rafforzare la struttura muscolare della schiena. L'esercizio in piscina è molto utile. Nell'osteocondrosi lombare, gli esercizi vengono eseguiti dopo che il dolore è scomparso. Alcuni medici prescrivono anche la terapia fisica per il dolore, ma questo deve essere affrontato con cautela.

Dopo che il dolore è passato, si consigliano corsi di massaggio e riflessologia.

L'osteocondrosi lombare non complicata non richiede cure ospedaliere frequenti della durata di diversi giorni. La malattia viene curata a casa. Ricorrono a rimedi popolari, il cui effetto è ridotto sul riscaldamento della parte bassa della schiena.

Prevenzione dell'osteocondrosi lombare

Per prevenire l'osteocondrosi lombare, segui queste semplici regole:

  • Mentre sei seduto per molte ore, osserva la tua postura e cambia la tua postura.
  • nuota tre volte a settimana;
  • Sollevare pesi con entrambe le mani da una posizione seduta o fissando (raddrizzando) la schiena;
  • Evita le bozze;
  • Scegli un materasso ortopedico per dormire bene la notte.